10 maggio 2006

Acquisto e regalo di giornata.


Il mitico TV Sorrisi e Canzoni, per il quale ho sudato sette camicie quando ero un giovane art director, la settimana scorsa aveva in allegato lo stupendo album di Elton John "Goodbye Yellow Brick Road". Inoltre un paio di giorni fa Fabio e Cristina mi hanno consegnato, con notevole ritardo, il mio regalo di compleanno: il libro "Non ci sono santi" di Gabriele Romagnoli. Una considerazione su Elton John: quando frequentavo le scuole medie a Monza avevo diversi compagni di classe che smaniavano per Elton, mentre io, condizionato dalla dottrina musicale di mio fratello Michele, lo consideravo un fighetto e tra i cantanti classificabili nella cosidetta area fascista, mentre noi, giovani simpatizzanti di Mao, preferivamo ascoltare Guccini, Lolli e Bob Dylan. Passati gli anni ho dovuto rivedere il mio giudizio su Elton John e quest'album che vedete nella foto è uno di quelli che, superata la barriera dei quarant'anni, si ascolta sempre volentieri. La copertina, tra l'altro, è stupenda e ricorda molto quelle mitiche dei Genesis (parliamo degli stessi anni) degli album Foxtrot e Nursery Crime.

1 commento:

alessio ha detto...

eh si elton è uno dei grandi, anche io l'ho riscopeto in questi anni e non si può non avere almeno una sua raccolta in casa!